Un’antica tradizione rituale settecentesca, patrimonio culturale da valorizzare e trasmettere alle nuove generazioni. E’ la “Novena Itinerante di Alimena” che ogni anno allieta i nove giorni precedenti la nascita di Gesù Bambino con il tradizionale “Viaggiu dulurusu di Maria e lu so spusu”e altri canti dialettali tipici del Natale: strumenti a fiato, percussioni, fisarmoniche e chitarre accompagnano le voci dei fedeli. L’iniziativa, giunta alla sua quattordicesima edizione, è organizzata dalla Pro Loco di Alimena che intende dar vita a un momento conviviale di aggregazione che dà la possibilità di portare per le strade del paese la gioia del Natale, facendo tappa nei presepi allestiti da interi quartieri o dalle associazioni operanti nel piccolo centro madonita.

«Le tradizioni, specie quelle di natura rituale, consentono al tempo del vissuto quotidiano, il tempo lineare del cambiamento continuo, di entrare in contatto con il tempo strutturato dei giorni di festa, il tempo ciclico del sacro, che, sempre uguale a sé, ritorna a rassicurarci – spiega l’insegnante Irene Ciappa del direttivo della Pro loco -. Nella nostra epoca, caratterizzata da tendenze individualistiche da una parte e da forze centrifughe verso una globalità sempre più virtuale dall’altra, le tradizioni popolari, localistiche per definizione, offrono un saldo ancoraggio all’identità comunitaria».

Scarica qui i dettagli del programma della Novena itinerante